Scarica la nostra estensione

Università degli Studi di Firenze

Da Wikipedia, ma visivamente accattivante
Università degli Studi di Firenze
Logo universita firenze.svg
Palazzo dell'università di firenze, piazza san marco.JPG
Palazzo dell'università, sede del rettorato, in piazza San Marco.
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàFirenze
Altre sediCalenzano, Empoli, Figline Valdarno, Lagonegro, Pistoia, Prato, San Casciano in Val di Pesa, Sesto Fiorentino, Vinci
Dati generali
Nome latinoFlorentina Studiorum Universitas
SoprannomeUniFi
Fondazione1321[1][2]
TipoStatale
RettoreAlessandra Petrucci
DirettoreMarco Degli Esposti
Studenti53 626 (2022)[3]
Dipendenti1 800 docenti e ricercatori
1 600 tecnici e amministrativi (2016)[4]
AffiliazioniCINECA, EUA
SportCUS Firenze
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università degli Studi di Firenze (in acronimo UniFi) è una università statale italiana sita nell'omonima città e fondata nel 1321 come Studium Generale.

Storia

Il 25 maggio dell'anno 825 l'imperatore Lotario I promulga il capitolare di Corteolona[5][6] che costituì le scuole imperiali, oltre a Pavia capitale del Regno d'Italia, anche Firenze ebbe la scuola di diritto, di retorica e arti liberali, ereditando la tradizione della scuola di diritto, fondata dall'imperatore romano Teodosio I; dalla sede di Firenze dipendevano gli studenti dell'allora Tuscia carolingia[7].

L'università di Firenze trae origine dallo Studium Generale istituito grazie a una delibera della Repubblica Fiorentina nel 1321. Ai suoi albori, presso lo studium s'insegnarono discipline quali giurisprudenza civile e canonica, letteratura e medicina; tuttavia nel 1324, dopo soli tre anni, fu costretto a cessare le attività. Gli insegnamenti ripresero nel 1349, grazie all'intercessione di papa Clemente VI, il quale concesse allo studium la possibilità di conferire diplomi regolari (privilegia maxima), oltre a stabilirvi la prima facoltà di teologia d'Italia.

Nel 1364, durante il regno dell'imperatore Carlo IV, l'ateneo fiorentino divenne università imperiale, la quale tuttavia, andò incontro negli anni successivi ad un'ulteriore interruzione delle attività didattiche. Nel 1387 furono promulgati dei nuovi statuti: fu istituita la prima cattedra di greco d'Europa e fu promosso lo sviluppo della medicina grazie ad una direttiva comunale che prevedeva la concessione di due cadaveri per gli studi anatomici.

Nel 1473, lo studium fu trasferito a Pisa, ad opera di Lorenzo il Magnifico, ed accorpato all'Università di Pisa, la quale divenne centro culturale di riferimento del Granducato di Toscana per volontà della stessa famiglia de' Medici.[8] A Firenze sopravvisse unicamente il collegio teologico con gli insegnamenti umanistici.

Carlo VIII ricondusse temporaneamente lo studium a Firenze tra il 1497 e il 1515, salvo poi esser trasferito nuovamente a Pisa con il ritorno dei Medici. I continui cambi di sede, non influirono ciononostante con le attività di studio e ricerca fiorentine, difatti durante il dominio di Cosimo I de' Medici crebbe il numero delle cattedre e furono incentivati l'insegnamento e l'esercizio della medicina; in aggiunta, la ricerca scientifica e letteraria venivano portate avanti dalle accademie della Crusca e del Cimento. La diffusione della cultura attraverso tali "canali paralleli" rimase pressoché immutata a Firenze sino all'Unità d'Italia, allorquando nel 1859, il granduca Leopoldo II fu esiliato e gli insegnamenti furono unificati confluendo nell'Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento. L'anno seguente fu riconosciuto dallo stato italiano unitario il carattere universitario dell'istituto, benché soltanto nel 1924 un decreto ne sancì il riconoscimento ufficialmente quale università.

Via dello Studio, la sede del primo Studio Fiorentino
Aula magna del rettorato dell'Università di Firenze

Identità visiva

Dalla progettazione del 1932 il logo dell'università contiene l'effige di re Salomone, il sapiente sovrano d'Israele nelle fonti bibliche. Dal 2012 il Salomone è stato riadattato a mezzo busto, evidenziandone gli elementi di autorità e sapienza. Il logo di ateneo è costruito da Salomone, tra identità e continuità, e lettering su tre righe[9].

Scopri più Storia per argomenti

825

825

L'825 è un anno del IX secolo.

Lotario I

Lotario I

Lotario I è stato re d'Italia dall'822 all'850, poi re di Lotaringia e imperatore carolingio dall'840 alla sua morte.

Capitolare

Capitolare

Il capitolare è una legge o un'ordinanza emanata dai re o dagli imperatori franchi e i loro successori. Il termine deriva dal latino capitulare. I capitolari erano il principale strumento di governo utilizzato dai re carolingi e regolavano moltissime questioni, dalla vita pubblica, sia laica che ecclesiastica, all'agricoltura, politica all'economia.

Palazzo Reale (Corteolona)

Palazzo Reale (Corteolona)

Il palazzo reale di Corteolona fu la residenza estiva della corte longobarda prima e dei re e imperatori del regno d’Italia fino alla metà del X secolo, quando l’imperatrice Adelaide di Borgogna donò il complesso al monastero del Santissimo Salvatore di Pavia.

Regno d'Italia

Regno d'Italia

Regno d'Italia è una denominazione applicata a più regni la cui sovranità territoriale riguardò, in periodi diversi, una parte ragguardevole o la totalità della regione geografica italiana.

Diritto

Diritto

Il diritto in senso oggettivo è il sistema delle norme giuridiche presenti in un ordinamento giuridico o delle norme che regolano una determinata disciplina, ma in senso soggettivo è sinonimo di potere o facoltà. Per estensione indica anche la scienza giuridica.

Arti liberali

Arti liberali

Arti liberali è l'espressione con la quale si designa una parte cospicua delle materie d'insegnamento del curriculum di studi di secondo grado nel Medioevo. Il termine, ereditato dall'antichità classica, si riferisce alle arti coltivate da persone libere, in contrapposizione alle arti servili tipiche dei servi della gleba o degli schiavi. Boezio e Cassiodoro concorsero alla definizione del corpus individuando sette discipline relative alla realtà fisica e materiale, cioè distinte dalla teologia.

1321

1321

Il 1321 è un anno del XIV secolo.

1324

1324

Il 1324 è un anno bisestile del XIV secolo.

1349

1349

Il 1349 è un anno del XIV secolo.

Papa Clemente VI

Papa Clemente VI

Clemente VI, nato Pierre Roger, è stato il 198º papa della Chiesa cattolica dal 1342 alla morte . Era figlio di un cavaliere, Guglielmo Roger, divenuto nel 1333 signore di Rosier-d'Égleton, nella Corrèze, e di Guglielmina de Mestre.

1364

1364

Il 1364 è un anno bisestile del XIV secolo.

Struttura

L'università è organizzata nei seguenti dipartimenti:[10]

E vi si trovano le seguenti scuole:[11]

Ricerca

Il Centro di risonanze magnetiche (CERM) è una struttura di ricerca dell'ateneo fondata da Ivano Bertini e specializzata nell'applicazione degli studi tramite NMR sulle biomolecole.

Sistema bibliotecario

Il sistema bibliotecario di ateneo è un'unità organizzativa[12] costituita dall'insieme delle strutture bibliotecarie e di documentazione dell'università e delle risorse destinate al loro funzionamento, volte all'erogazione di servizi di integrazione e di supporto per la didattica e la ricerca. Il sistema si articola in cinque biblioteche di area oltre ad un punto di servizio multidisciplinare presso il polo universitario di Prato:

È parte integrante del sistema bibliotecario d’Ateneo anche il Centro di documentazione sulle alluvioni di Firenze (CEDAF)[13], nato in continuità con il Progetto Firenze 2016, promosso dall’Università degli Studi di Firenze in vista del cinquantenario dell’alluvione del novembre 1966. Il CEDAF ha sede presso la Biblioteca Umanistica in piazza Brunelleschi 4 a Firenze ed è dedicato alla ricerca, al recupero e all’elaborazione dell’informazione bibliografica e documentale relativa all’Alluvione di Firenze del 1966 e alle tematiche connesse.

Storia

Il nucleo scientifico più importante è costituito dalle raccolte del Reale Museo di fisica e storia naturale, fondato da Pietro Leopoldo di Lorena nel 1775, esso conteneva una ricca raccolta di macchine e di strumenti tecnico-scientifici, tra cui le macchine di Galileo – in seguito affidate al Museo Galileo – vi si trovava altresì annesso un osservatorio astronomico (La Specola), nome poi tramandato al Museo zoologico.

Nel 1859 nacque l'Istituto di studi superiori, pratici e di perfezionamento di Firenze, composto da quattro sezioni originarie, in seguito ridottesi a tre, con lo spostamento della sezione di studi legali a Pisa: scienze naturali, medicina e chirurgia, filosofia e filologia. Lo sviluppo dell'istituto condusse alla riassegnazione di varie collezioni di strumenti, apparati e testi; i libri furono destinati alle biblioteche che venivano creandosi in seno alle rispettive facoltà e discipline, mentre gli oggetti e gli strumenti furono affidati alla cura conservativa dei musei universitari.

Nel 1924, la conversione dell'istituto di studi superiori in università fece incrementare le facoltà dell'ente acuendo la frammentazione delle biblioteche e delle collezioni in esse custodite. Nel 1995[14] il sistema bibliotecario fu implementato per gestire in modo centralizzato e omogeneo le biblioteche in precedenza autonome, unitamente alla ricostituzione delle quattro grandi partizioni dell'Istituto di studi superiori, cui si aggiunse l'area disciplinare tecnologica.

Musei

Il sistema museale dell'ateneo fiorentino è composto da:

Firenze University Press

Firenze University Press è la casa editrice dell'Università degli Studi di Firenze. Nasce nel 2000 in seguito ad un progetto sperimentale promosso dal sistema bibliotecario di Ateneo. Supporta l'Università di Firenze nella diffusione dei risultati della propria ricerca.

Scopri più Struttura per argomenti

Architettura

Architettura

L'architettura è la disciplina che ha come scopo l'organizzazione dello spazio antropizzato in cui vive l'essere umano. Semplificando si può dire che essa attiene principalmente alla progettazione e costruzione di un immobile o dell'ambiente costruito. In essa concorrono aspetti tecnici ed artistici. Insieme alla scultura, fa parte delle cosiddette arti visive plastiche.

Biologia

Biologia

La biologia è la scienza che studia la vita, ovvero i processi fisici e chimici dei fenomeni che caratterizzano i sistemi viventi, inclusa la loro biochimica, meccanismi molecolari, genetica, anatomia, fisiologia, nonché processi emergenti come adattamento, sviluppo, evoluzione, interazione tra gli organismi e comportamento. È una scienza naturale con un'ampia portata ma ha diversi temi unificanti che la legano insieme come un campo unico e coerente.

Chimica

Chimica

La chimica è la scienza naturale che studia la composizione, la struttura e le proprietà della materia, sia essa in forma di elementi, specie, composti, miscele o altre sostanze, e i cambiamenti che questi subiscono durante le reazioni e il loro rapporto con l'energia chimica. Studia anche le loro associazioni tramite legami chimici che generano in particolare composti molecolari stabili o intermedi più o meno instabili. Linus Pauling la definì la scienza che studia le sostanze, la loro struttura, le loro proprietà e le reazioni che le trasformano in altre sostanze in riferimento al tempo. La chimica, attraverso una delle sue branche conosciute come chimica supramolecolare, si occupa principalmente di gruppi sopraatomici, come gas, molecole, cristalli e metalli, studiandone la composizione, le proprietà statistiche, le trasformazioni e le reazioni, sebbene la chimica generale includa anche la comprensione, le proprietà e le interazioni della materia su scala atomica.

Fisica

Fisica

La fisica è la scienza della natura che studia la materia, i suoi costituenti fondamentali, il suo movimento e comportamento attraverso lo spazio tempo, e le relative entità di energia e forza. La fisica appartiene alle scienze naturali ed è una delle discipline accademiche più antiche, il cui obiettivo principale è capire come si comporta l'Universo. Fisica, chimica, biologia e alcune branche della matematica formano le scienze pure, dette anche scienze fondamentali, e hanno fatto parte della filosofia naturale.

Astronomia

Astronomia

L'astronomia è la scienza che si occupa dell'osservazione e della spiegazione degli eventi celesti. Studia le origini e l'evoluzione, le proprietà fisiche, chimiche e temporali degli oggetti che formano l'universo e che possono essere osservati sulla sfera celeste.

Ingegneria civile

Ingegneria civile

L'ingegneria civile è il ramo dell'ingegneria preposto alla progettazione di manufatti e infrastrutture destinati all'uso civile e quindi a tutti gli ambiti relativi: edili, geotecnici, infrastrutturali, idraulici, strutturali, urbanistici. Il termine civile indica il carattere della categoria, in contrapposizione a quello militare : infatti gli eserciti erano sempre accompagnati da tecnici che fossero in grado di realizzare quanto necessario per far attraversare alle truppe gli ostacoli che incontravano sul loro cammino.

Ingegneria dell'informazione

Ingegneria dell'informazione

L'ingegneria dell'informazione è il settore dell'ingegneria che si occupa della progettazione, realizzazione e gestione dei sistemi di trattamento e trasporto delle informazioni, caratterizzata da un forte aspetto multidisciplinare che include competenze diverse a vari livelli, sia hardware che software. L'ingegnere dell'Informazione è il professionista iscritto al settore dell'Ingegneria dell'Informazione dell'Ordine degli Ingegneri, ovvero al settore C, anche conosciuto come settore ICT, dall'acronimo inglese che sta per Information and Communication Technology.

Informatica

Informatica

L'informatica è la scienza che si occupa del trattamento dell'informazione mediante procedure automatizzate, avendo in particolare per oggetto lo studio dei fondamenti teorici dell'informazione, della sua computazione a livello logico e delle tecniche pratiche per la sua implementazione e applicazione in sistemi elettronici automatizzati detti quindi sistemi informatici; come tale è una disciplina fortemente connessa con la logica matematica, l'automatica, l'elettronica e anche l'elettromeccanica.

Agraria

Agraria

L'agraria, o scienze agrarie, è l'insieme delle discipline e delle pratiche volte alla produzione alimentare. L'agraria comprende l'agronomia, la zootecnia, le coltivazioni arboree, le coltivazioni erbacee, le coltivazioni orticole, la silvicoltura, la fitopatologia, la zooiatria, l'idraulica agraria, la meccanica agraria, le costruzioni rurali, l'economia agraria, l'estimo e l'agrimensura, le industrie agrarie, la chimica agraria, la biologia vegetale e animale, la microbiologia alimentare, il miglioramento genetico, la pedologia, le ingegnerie agrarie, agroenergie e molte altre discipline indispensabili al fine dell'articolata pratica quale la produzione alimentare in larga scala.

Economia

Economia

Per economia – dal greco οἶκος (oikos), "casa" inteso anche come "beni di famiglia", e νόμος (nomos) "norma" o "legge" – si intende il sistema e l'organizzazione dei mercati, risorse, della produttività e del complesso di scambi, produzioni e commerci di oggetti e servizi, dei sistemi di finanziamenti, investimenti e di fondazione di attività economiche in ogni settore, di ogni dimensione e ad ogni scopo, sistema detto anche sistema economico. I soggetti che creano tali sistemi di organizzazione possono essere persone, organizzazioni o istituzioni. Normalmente si considerano i soggetti come attivi nell'ambito di un dato territorio; peraltro si tiene conto anche delle interazioni con altri soggetti attivi fuori dal territorio.

Giurisprudenza

Giurisprudenza

La giurisprudenza è la disciplina che studia il diritto e la sua interpretazione giuridica. In senso più ristretto e tecnico, il termine indica l'insieme delle sentenze e delle decisioni attraverso cui gli organi giudicanti di uno Stato interpretano le leggi applicandole ai casi concreti che si presentano loro.

Ingegneria

Ingegneria

L'ingegneria è l'uso di principi scientifici per progettare e costruire macchine, strutture e altri oggetti o sistemi, inclusi ponti, gallerie, strade, veicoli ed edifici, ma anche beni immateriali, come ad esempio sistemi di gestione e software.

Altre attività

Compagnia teatrale

Fondata nel 2006, la compagnia teatrale universitaria "Binario di Scambio" è una specifica attività formativa e scientifica di carattere sperimentale degli studenti dei corsi di laurea in progettazione e gestione di eventi e imprese dell'arte e dello spettacolo e in scienze dello spettacolo, che si svolgono presso la sede di Prato. Laboratorio creativo permanente, aperto a tutti gli iscritti dell'Ateneo fiorentino.

Coro

Il coro universitario di Firenze in una pausa durante una sessione di registrazione

Il coro universitario di Firenze è un coro misto composto da un organico di circa quaranta elementi con repertorio prevalentemente a cappella, tratto dalla tradizione colta europea. Nato nel 1996, si è costituito come associazione nel 2000. Dal 2005 al 2015 Valentina Peleggi è stata il Direttore Musicale e Artistico, sotto la cui guida nel dicembre del 2011 il Coro Universitario di Firenze ha ricevuto il riconoscimento di coro di interesse nazionale dal Ministero per i beni e le attività culturali.

Orchestra

L'orchestra dell'università di Firenze sorse nel 1996 e per quattro edizioni, dal 2012 al 2015, si esibì prendendo parte al "Tempio delle Muse", ossia una rassegna di concerti svoltisi nelle varie sezioni del Museo di storia naturale dell'ateneo.

Il nuovo polo delle scienze sociali a Novoli
Area universitaria dell'azienda ospedaliero universitaria di Careggi
Casa dello Studente

Scopri più Altre attività per argomenti

Controversie

Come molti altri gradi atenei d'Italia, anche l'Università degli Studi di Firenze è stata intaccata da scandali finiti alla ribalta delle cronache in merito alla mancanza di correttezza, trasparenza ed equità nelle procedure espletate[15][16][17][18][19][20][21].

Rettori

Scopri più Rettori per argomenti

Giulio Chiarugi

Giulio Chiarugi

Giulio Chiarugi è stato un anatomista e politico italiano.

Enrico Burci

Enrico Burci

Enrico Burci è stato un chirurgo italiano.

Bindo de Vecchi

Bindo de Vecchi

Bindo de Vecchi è stato un medico e militare italiano durante la prima guerra mondiale. Fu anche rettore dell'Università di Firenze e nobile, membro della famiglia de Vecchi originaria di Finale Emilia.

Giorgio Abetti

Giorgio Abetti

Giorgio Abetti è stato un astronomo e fisico italiano.

Arrigo Serpieri

Arrigo Serpieri

Arrigo Serpieri è stato un economista, politico e agronomo italiano. Esperto di economia agraria, è stato sottosegretario del ministero dell'agricoltura e delle foreste durante il ventennio fascista.

Jacopo Mazzei (economista)

Jacopo Mazzei (economista)

Jacopo Mazzei è stato un economista italiano. Dal 1927 insegnò economia all'Università di Firenze e dal 1931 al 1936 fu direttore della Scuola di studi politici internazionali.

Enrico Greppi

Enrico Greppi

Enrico Greppi è stato un medico italiano.

Eustachio Paolo Lamanna

Eustachio Paolo Lamanna

Eustachio Paolo Lamanna è stato un filosofo e storico della filosofia italiano.

Gian Gualberto Archi

Gian Gualberto Archi

Gian Gualberto Archi è stato un giurista italiano.

Giacomo Devoto

Giacomo Devoto

Giacomo Devoto è stato un glottologo e linguista italiano, tra i massimi esponenti della disciplina nel Novecento.

Franco Scaramuzzi

Franco Scaramuzzi

Franco Scaramuzzi è stato un agronomo italiano.

Alessandra Petrucci (accademica)

Alessandra Petrucci (accademica)

Alessandra Petrucci è una statistica italiana. Professoressa ordinaria di Statistica sociale dal 2015, è rettrice dell'Università di Firenze dal 1º settembre 2021 per il periodo 2021-2027.

Fonte: "Università degli Studi di Firenze", Wikipedia, Wikimedia Foundation, (2023, January 3rd), https://it.wikipedia.org/wiki/Università_degli_Studi_di_Firenze.

Ti piace Wikiz?

Ti piace Wikiz?

Ottieni subito la nostra estensione GRATUITA!

Note
  1. ^ Aa.Vv., Guida d'Italia. Firenze e provincia, Milano, Touring Editore, 1993, p. 306. URL consultato il 3 maggio 2014.
    «L'Università di Firenze ha le sue origini nello « Studium Generale » che la Repubblica Fiorentina creò nel 1321. Le discipline allora insegnate erano il diritto, civile e canonico, le lettere e la medicina.»
  2. ^ Università di Firenze. Storia e profilo dell'Ateneo, su unifi.it.
    «L'Università degli Studi di Firenze ha le sue origini nello Studium Generale che la repubblica fiorentina volle far nascere nel 1321. Le discipline allora insegnate erano il diritto, civile e canonico, le lettere e la medicina. Come docenti furono chiamati molti nomi famosi: Giovanni Boccaccio fu incaricato di tenere lezioni sulla Divina Commedia.»
  3. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  4. ^ Storia e profilo dell'Ateneo, su unifi.it. URL consultato il 24 maggio 2016.
  5. ^ HLOTARII, Constitutiones Olonnenses. A. 825, in Monumenta Germaniae Historica, Leges, II, pp. 248-250
  6. ^ Ludovico Antonio Muratori, Rerum Italicarum Scriptores, parte II, tomo I, p. 151
  7. ^ T. De Partouneaux, Storia della conquista di Lombardia fatta da Carlo Magno e delle cagioni che mutarono nell'alta Italia sotto Ottone il Grande - La dominazione francese in dominazione germanica, Milano, 1842, Epoca prima, Libro II, Capitolo IV, pag. 136
  8. ^ Aa.Vv., Lo studium aretino del '200, su unisi.it, Università di Siena (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2012).
    «Il baricentro della formazione toscana si era spostato, per una scelta di politica culturale dei Medici, verso Pisa, dove gli investimenti fondiari e commerciali delle famiglie fiorentine erano prevalenti.»
    .
  9. ^ https://www.unifi.it/upload/sub/comunicazione/manuale_identita_visiva.pdf
  10. ^ I Dipartimenti dell'Ateneo fiorentino, su unifi.it. URL consultato il 12 febbraio 2019.
  11. ^ Scuole, su unifi.it. URL consultato il 12 febbraio 2019.
  12. ^ Graziano Ruffini, I sistemi bibliotecari di Ateneo nella storia recente delle Università italiane, in Angela Nuovo, Alberto Petrucciani e Graziano Ruffini (a cura di), Pensare le biblioteche. Studi e interventi offerti a Paolo Traniello, Roma, Sinnos, 2008, pp. 339-348..
  13. ^ CEDAF, su sba.unifi.it. URL consultato il 30 novembre 2020.
  14. ^ Le biblioteche dell'Università di Firenze e la nascita del Sistema bibliotecario d'Ateneo: storia, aggregazione, patrimonio e diffusione, su sba.unifi.it. URL consultato il 30 giugno 2015.; per una sintesi sui passaggi che hanno portato alla formazione dello SBA e alla sua attuale organizzazione si veda Chiara Melani, L'esperienza del Sistema Bibliotecario dell'Ateneo fiorentino e l'indagine sulla soddisfazione dell'utenza (PDF), in Dalla misurazione dei servizi alla customer satisfaction, Firenze, FUP, 2004, pp. 11-15. URL consultato il 30 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  15. ^ Firenze, prof imputati per concorsi truccati relatori a convegno patrocinato dall'Università che non si è costituita parte civile, su Il Fatto Quotidiano, 7 febbraio 2020. URL consultato il 4 agosto 2022.
  16. ^ Jamil El Sadi, Concorsopoli a Careggi: un sistema cancerogeno nel cuore della Medicina fiorentina, su Antimafia Duemila | Fondatore Giorgio Bongiovanni. URL consultato il 4 agosto 2022.
  17. ^ Giuseppe Conte, terremoto all'università di Firenze: "Indagato per associazione a delinquere il rettore Dei", concorsi truccati?, su www.liberoquotidiano.it. URL consultato il 4 agosto 2022.
  18. ^ Vergogna UniFi: "Non può vincere, se lo fai Papa quello fa lo scisma". Le intercettazioni a Medicina, su Trasparenza e Merito, 1º marzo 2019. URL consultato il 4 agosto 2022.
  19. ^ Gimmy Tranquillo, Gimmy Tranquillo, Rettore Unifi Luigi Dei interrogato: "Dico la verità", su www.controradio.it, 17 marzo 2021. URL consultato il 4 agosto 2022.
  20. ^ Firenze, concorsi truccati all'università, 39 indagati: c'è anche il rettore per "associazione a delinquere"., su la Repubblica, 4 marzo 2021. URL consultato il 4 agosto 2022.
  21. ^ Condé Nast, «Smetti di fare l’inglese...», Philip Laroma Jezzi, che ha denunciato il sistema Università, su Vanity Fair Italia, 26 settembre 2017. URL consultato il 4 agosto 2022.
  22. ^ http://www.storiadifirenze.org/?cronotassi=mbmbnm
Bibliografia
  • Armando Felice Verde, Lo Studio fiorentino, 1473-1503: ricerche e documenti, 6 voll., Firenze, Istituto nazionale di studi sul Rinascimento-Olschki, 1973-2010
  • Storia dell'ateneo fiorentino : contributi di studio, Firenze, Parretti grafiche, [1986].
  • L'Università degli studi di Firenze 1924-2004, Firenze, Olschki, 2004, ISBN 88-222-5379-5.
  • Università degli studi di Firenze, Guida ai servizi bibliotecari, Firenze, Imprima unigraf, 1998, ISBN 88-222-5379-5.
  • Mauro Mugnai (a cura di), Le biblioteche dell'Università di Firenze, Firenze, Giunta regionale toscana, La Nuova Italia, 1983, ISBN 88-221-0066-2.
Altri progetti
Collegamenti esterni
Controllo di autoritàVIAF (EN126686014 · ISNI (EN0000 0004 1757 2304 · BAV 494/5774 · ULAN (EN500244896 · LCCN (ENn80126239 · GND (DE41068-8 · BNE (ESXX128074 (data) · BNF (FRcb11867944q (data) · J9U (ENHE987007269483105171 · WorldCat Identities (ENlccn-n80126239

The content of this page is based on the Wikipedia article written by contributors..
The text is available under the Creative Commons Attribution-ShareAlike Licence & the media files are available under their respective licenses; additional terms may apply.
By using this site, you agree to the Terms of Use & Privacy Policy.
Wikipedia® is a registered trademark of the Wikimedia Foundation, Inc., a non-profit organization & is not affiliated to WikiZ.com.